Un piatto facile e sfizioso: bocconcini di pollo

Ingredienti per 6 persone:

12 fettine di petto di pollo
4 cucchiai di olio di oliva
1 limone (il succo e parte della scorza grattugiata)
2 cipollotti tritati
1 costa di sedano tritata
1 cucchiaio di capperi sott’aceto
2 cucchiaio di prezzemolo tritato
3 foglioline di salvia tritate
rosmarino tritato e misto di erbe aromatiche (origano, timo, maggiorana ecc…)
vino bianco secco
1 cucchiaio di farina
sale e pepe
 

Preparazione:

In una padella scaldate l’olio, poi rosolatevi le fettine di pollo appena passate nella farina solo per pochi istanti, per non asciugarle troppo. Scolatele e conservatele a parte al caldo del vapore acqueo di una pentola.
Nello stesso olio già caldo rosolate il trito profumato delle erbe e verdure, compresa la scorza di limone grattugiata. Dopo un minuto calate le fettine di pollo, irroratele con il vino bianco, spolverizzate la farina, regolate di sale e pepe, quindi mescolate accuratamente per amalgamare il sugo. Per ultimo versate il succo di limone, aggiungete i cappellini e terminate di cuocere, a tegame incoperchiato. Servite le scaloppine fumanti.

Abbinamento:

Barbera d’Asti DOC Montecantero vendemmia duemilasette

 

BUON APPETITO! :)

Un primo piatto per il weekend: cannelloni alla Barbaroux

Ingredienti per 4 persone:

PER LE CREPES:
1 uovo
80 g di farina
150 ml di latte
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale

PER LA FARCITURA
1 uovo
200-250 g di arrosto di vitello finemente macinato
50-70 g di prosciutto crudo
1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato

PER LA BESCIAMELLA:

30g di burro
25 g di farina
250 ml di latte
1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato
sale
pepe bianco

INOLTRE:
una noce di burro per la pirofila

Preparazione:

Per le crepes: in una terrina sbattete l’uovo e unitevi la farina, il latte, mezzo cucchiaio di olio e un pizzico di sale, usando la frusta a mano o quella elettrica e amalgamando bene il tutto per sciogliere i grumi. In un padellino antiaderente fate scaldare un cucchiaio d’olio nel quale verserete due cucchiai scarsi del composto, inclinando il tegame in modo che tutto il fondo ne sia rivestito. La crepe deve risultare sottilissima. Rigiratela dopo 40-50 secondi aiutandovi con una spatola di legno e lasciatela dorare anche sul secondo lato prima di deporla su un piatto. Versate nuovamente un po’ d’olio nel tegame e ripetete l’operazione fino a ottenere una dozzina di crepes.

Per la farcitura: mescolate l’arrosto di vitello macinato con il prosciutto, l’uovo e il parmigiano e amalgamate con cura. Distribuite il composto al centro di ciascuna crepe, quindi arrotolatele fino a ottenere dei cannelloni che allineerete in una pirofila imburrata.

Per la besciamella: fate fondere il burro in un tegamino, unitevi la farina e, a fuoco medio, lasciatela cuocere per due o tre minuti mescolando con un cucchiaio fino a  farla risultare leggermente rosata. Aggiungete il latte poco alla volta e continuate a mescolare. La besciamella sarà pronta in 5 minuti o poco più, deve risultare perfettamente omogenea. Unite il formaggio grattugiato, il sale e il pepe e mescolate ancora per un minuto. Versate uniformemente sui cannelloni e poi mettete la pirofila nel forno già caldo a 200°C e lasciate gratinare in superficie.

Abbinamento:

Barbera d’Asti DOC Montecantero vendemmia duemilasette

Buon appetito! :)

Montecantero sposa il gusto di LOVE EAT, il primo Italian Luxury Burger a Castellanza (VA)

Montecantero accompagna con i propri vini di pregio la nuova avventura di Love Eat, la prima hamburgeria di lusso in Corso Matteotti a Castellanza (VA), vicino all’università Carlo Cattaneo LIUC. I panini sono salubri e facilmente digeribili grazie alle materie prime di elevata qualità, le salse sono fatte in casa. Le carni sono selezionate dai migliori fornitori e di provenienza esclusivamente italiana, oltre alla Podolica e alla Chianina è possibile gustare la prelibata carne piemontese di Fassone nel Montecantero Burger con salsa monferrina, accompagnata da un eccellente calice di Montecantero Barbera d’Asti D.O.C. Superiore o base.

Buon appetito! :)

Vendemmia 2011

È iniziata all’alba la vendemmia delle uve barbera atte a diventare Barbera d’Asti DOCG e Barbera d’Asti Superiore DOCG duemilaundici. Ogni goccia del vino che mesceremo nei nostri ampi calici sarà profeta dell’impegno e della dedizione con cui avremo trasformato in emozioni gustative i frutti della nostra terra piemontese.

Si avvicina il rito della Vendemmia…

Si definisce vendemmia in senso stretto la raccolta dei grappoli di uva da vino quando negli acini il rapporto tra zuccheri e acidi raggiunge il valore ottimale per l’ottenimento del vino che si vuole produrre.

Per Montecantero, si definisce vendemmia non solo la raccolta ma anche l’accurata selezione dei grappoli idonei all’ottenimento di una Barbera d’Asti DOCG di eccelsa qualità. Ma vendemmia significa molto di più. E’ un rito prezioso,  un sentimento condiviso, una fatica che nobilita l’animo ripagandolo con una ricca dose di soddisfazione personale. Vendemmiare significa raccogliere i frutti di un anno intero e un anno, lo sappiamo, è fatto di ben 365 giorni, cioè 8.760 ore! OTTOMILASETTECENTOSESSANTA ore prima che i frutti possano essere di nuovo raccolti. Ecco perché la vendemmia è un momento di grande responsabilità che va affrontato con serietà e professionalità: in poche ore si seleziona la qualità di un lungo lavoro.
La vendemmia dei prodotti Montecantero viene effettuata dai titolari dell’azienda rigorosamente a mano e in cassette, il valore aggiunto della componente umana responsabile è dunque un requisito imprescindibile e qualificante a garanzia di un prodotto qualitativamente elevato.
Vendemmiare, dunque, è prima di tutto un atto d’amore che va gustato fino all’ultimo grappolo.

Un pasto sfizioso: filetto di maiale alle mele

Ingredienti per 6 persone:
un lombo di maiale
farina
una cipolla tritata
una carota tritata
una costa di sedano tritata
60g di burro
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
un bicchiere di vino bianco secco
4 mele renette
sale e pepe

Preparazione:
Sbucciate le mele, eliminate i torsoli e tagliatele a fettine sottili. Fate soffriggere in una casseruola l’olio, metà del burro e il trito di carota, sedano e cipolla. Infarinate il lombo e fatelo rosolare nel soffritto rigirandolo più volte per uniformarne la cottura. Irrorate con il vino bianco e fate asciugare. Calate qualche fettina di mela, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco lento per 10 minuti circa. Intanto in un un altro pentolino rosolate l’altra metà del burro con le restanti fettine di mela che serviranno per decorare il piatto. Affettate il lombo e disponetelo nel piatto di portata. Il fondo di cottura passatelo al setaccio, rimettetelo sul fuoco e versatelo sopra la carne impiattata.

Abbinamento:
Barbera d’Asti DOC Montecantero vendemmia duemilasette

Si beve Montecantero oltre Manica

La Barbera d’Asti Montecantero ha raggiunto le coste della Gran Bretagna, innaffiandole di aromi e profumi tipici piemontesi. Accompagnata forse da succulenti Irish stew (spezzatino d’agnello con patate) o Roast-beef con Yorkshire pudding (lombata di manzo con osso, arrostita e servita con un pudding a base di latte, uova e farina, cotto in una teglia unta col grasso di cottura dell’arrosto) oppure da una Steack and Kidney pie (pasticcio di carne di manzo e rognone cotti con la cipolla, messi in una tortiera rivestita con pasta brisée e cotto in forno) o chissà da degli Haggies (complesso piatto fatto da grasso e frattaglie di pecora cotte con la cipolla dentro allo stomaco della pecora), allieta il palato di qualche Lord inglese elevandolo al gusto sublime dei sapori italiani.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.